Vatican Museum

Musei Vaticani

I Papi, storicamente parlando, non coprono solo il ruolo di guide spirituali ma sono spesso anche fini intenditori d'opere d'arte. All'inizio del XVI secolo, Papa Giulio II decise di conservare le opere d'arte che andavano accumulandosi negli spazi del Vaticano. I Musei Vaticani contengono oltre 70.000 opere d'arte, di cui circa 20.000 sono esposte al pubblico su base regolare. Oltre 6,5 milioni e mezzo di turisti visitano i musei ogni anno, numeri che fanno dei musei vaticani uno degli spazi d'esposizione artistica più visitati al mondo.

I Musei Vaticani offrono al pubblico 54 gallerie che comprendono il Museo Storico Vaticano, i Musei di Scultura di Pio-Clementino, Museo Chiaramonti, Museo Gregoriano Etrusco e Museo Gregoriano Egiziano, oltre alla collezione di Arte Religiosa Moderna. La collezione comprende opere d'arte e sculture provenienti dall'epoca dell'impero romano e splendide opere d'arte del Rinascimento.

Una visita ai Musei Vaticani ti permetterà di vedere le opere di grandi artisti come Michelangelo, Leonardo Da Vinci, Caravaggio e Raffaello visitando una sola attrazione!

Punti di Interesse dei Musei Vaticani

feature-box_0

Le Stanze di Raffaello

Le Stanze di Raffaello sono un gruppo di sale situate nella porzione aperta al pubblico del Palazzo Vaticano e sono famose per gli affreschi dipinti da Raffaellopresenti al loro interno, una delle opere rinascimentali più importanti di Roma. Le sale che compongono le Stanze di Raffaello includono la Sala di Costantino, la Stanza di Eliodoro, la Stanza della Segnatura e la Stanza dell'Incendio del Borgo.

feature-box_1

Galleria Delle Carte Geografiche

Il Vaticano si occupava sia di questioni spirituali che di problematiche legate al territorio e per questo, nel 1580, papa Gregorio XIII commissionò la realizzazione di una serie di carte geografiche dell'Italia. Queste carte topografiche sono state create dal frate geografo Iganzio Danti. Le mappe sono presentate al pubblico su 40 pannelli in una galleria lunga 120 metri. Si dice che le carte siano accurate all'80% e raffigurano ogni sezione importante dell'Italia, compresi gli Appennini, il Mar Ligure, il Mar Tirreno e l'Adriatico.

feature-box_2

Scala a Chiocciola

La scala a chiocciola è una delle attrazioni più celebri dei Musei Vaticani e non ce n'è solo una, ma due di queste scale! Conosciuta anche come Scala del Bramante, i gradini originali risalgono al 1505 e oggi non sono più aperti al pubblico, ma una scalinata di realizzazione più recente, costruita nel 1932 e ispirata all'originale, si trova nel Museo Pio-Clementino ed è regolarmente utilizzata dal pubblico per entrare e uscire dal museo. La caratteristica unica della scala è l'architettura a doppia elica che fonde magicamente due scale in una!

feature-box_3

Galleria delle Statue e Sala dei Busti

La Galleria delle statue e la Sala dei busti sono due delle 54 gallerie del Museo Pio-Clementino dei Musei Vaticani. Le gallerie contengono sculture greche e romane che risalgono all'età di massimo splendore dei due imperi. La Galleria delle Statue espone pezzi importanti come l'Ariadne addormentata e il busto di Menandro. Le gallerie sono splendidamente decorate con affreschi sul soffitto realizzati dal pittore Cristoforo Unterperger.

feature-box_4

Museo Gregoriano Etrusco ed Egizio

Papa Gregorio XVI è stato il promotore principale dell'allestimento di queste gallerie presso i Musei Vaticani. Nel 1837 fu aperta la Galleria Etrusca che comprendeva 9 sale ricche di reperti etruschi come Bronzi, Terracotte e Gioielli. La Galleria Egizia fu aperta nel 1839 e comprende 6 sale con reperti egizi come statue, targhe e oggetti in metallo. Queste gallerie includono anche una ricostruzione della Villa dell'Imperatore Adriano vicino a Tivoli oltre alle statue di Osiride-Apis e Osiride-Antinoo.

feature-box_5

La Sala Rotonda

La Sala Rotonda è una galleria del Museo Pio-Clementino. La sua architettura si ispira al Pantheon ed è una sala circolare che contiene nicchie per l'esposizione di enormi statue. La sala è stata costruita nel 1779 basandosi su un progetto di Michelangelo e presenta un pavimento mozzafiato che contiene mosaici del III secolo d.C. Il centro della sala è occupato da una grande vasca in porfido rosso che si pensa facesse parte di un'arena pubblica dell'antica Roma.

Prenota i Tuoi Biglietti

Ingresso separato: Visita auto-guidata alla Basilica di San Pietro

Visita Guidata Esclusiva di San Pietro con Salita alla Cupola e Tombe Papali

Visita Guidata ai Musei Vaticani, Cappella Sistina e Basilica di San Pietro

Visita Guidata della Città del Vaticano con Salita alla Cupola della Basilica di S.Pietro

Esperienza con Udienza Papale di Papa Francesco